Visualizzazioni totali

venerdì 13 maggio 2011

L'esempio scozzese

Le recenti elezioni in Scozia hanno visto la vittoria del SNP(scottish national party)di Alex Salmond. Il leader del movimento nazionalista ha subito annunciato di voler chiedere un referendum sull'indipendenza. I nazionalisti hanno ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi e,prima volta dal 1999 quando fu istituito il parlamento scozzese,si preparano a governare in piena autonomia.Lo scenario politico che si prospetta ha creato scompiglio a Londra e soprattutto nel Nord Irlanda,dove gli unionisti si sono resi conto che il vento e' cambiato.I segnali che arrivano da Edinburgo hanno inoltre dato linfa vitale alle speranze dei nazionalisti irlandesi,consapevoli che un'eventuale scissione scozzese da Londra andrebbe a creare un effetto domino destinato a riflettersi anche sulla situazione irlandese."Independence now inevitable" ha intitolato il quotidiano "The Scotsman" all'indomani del voto.  L'indipendenza ora e' inevitabile.......Parole che suonano alle orecchie di ogni irlandese come la nona di Beethoven suonava a quelle del buon vecchio Alex....

4 commenti:

pedro ha detto...

non so, Alberto...
Nel 2011 abbiamo davvero bisogno di parlare di nazionalisti, indipendentisti?
Se gli scozzesi avessero davvero voluto essere un'entità a parte, avrebbero dovuto muovere il culo, ai tempi di wallace, invece sappiamo com'è andata.

Io lo definirei piu' il 'brutto' esempio scozzese.

Dovremmo iniziare a parlare di abbattere i confini, bruciare le bandere, smetterla con questi 'localismi' egoistici.

Anche io ho smesso di 'sognare' un sud 'indipendente'.
Preferisco considerarmi europeo, magari un giorno cittadino del mondo, senza documenti, controlli doganali, inni nazionali, eserciti...

easter rising 1916 ha detto...

Pedro,tu sai che il mio giudizio sull'argomento e' terribilmente di parte.Io non la vedo come un "egoismo locale" e anche tu credo che,almeno sul discorso irlanda,la pensi come me.Penso che ogni nazione ogni popolo abbia il diritto all'autoderminazione,senza nessun obbligo verso un governo straniero.Il mondo che tu-io vorremmo purtroppo non vedra' mai la luce.E allora io credo che esempi come quello scozzese possano essere di sprone a chi,come gli irlandesi e i baschi ad esempio,ancora spera in una propria identita' nazionale.

pedro ha detto...

la pensavo come te, anni fa.
quando esistevano ragioni per la questione irlandese.
oggi?
gli irish si sono svenduti gli ideali alle multinazionali americane e mondiali, sono succubi delle banche europee e cinesi.
Tutto questo per 20 anni di benessere, portafogli pieno, vacanze a tenerife.

chi c'è dietro questi movimenti nazionalisti?
chi c'è dietro le 'rivoluzioni' e le proteste?

con chi hanno fatto e fanno affari la vecchia ira, l'eta?

i baschi sono partner 'comemrciali' della camorra spa, comprano armi e smerciano droga per i casalesi.
begli ideali...

chi sono i popoli e cos'è l'autodeterminazione?
i baschi ed i catalani meritano di essere sotto la spagna.
padani, napoletani, ducati varii succhiano dalle tette della rep italiana finchè possibile e poi sbattono i pugni quando ricevono di meno.

sugli scozzesi, ti quoto trainspotting:
Tommy: Non vi sentite orgogliosi di essere scozzesi?
Mark: È una merda essere scozzesi! Siamo il peggio del peggio, la feccia di questa cazzo di terra, i più disgraziati, miserabili, servili, patetici avanzi che siano mai stati cagati nella civiltà. Ci sono quelli che odiano gli inglesi, io no! sono solo delle mezze seghe! d'altra parte noi siamo stati colonizzati da mezze seghe, non troviamo neanche una cultura decente da cui farci colonizzare. Siamo governati da palle mosce! Noi siamo in una situazione di merda Tommy, e tutta l'aria fresca del mondo non potrà cambiare uno stracazzo di niente.

easter rising 1916 ha detto...

Quello che dici e' giusto ma quindi quale sarebbe la soluzione? Accettare tutto e far finta di niente? Perche' e' vero quello che dici sui traffici di Ira e compagnia bella,ma e' altrettanto vero che c'e' gente(vedi Marian Price l'altro giorno)che viene tuttoggi arrestata sulla base del nulla.....


http://www.lesenfantsterribles.org/distretto-nord/breaking-news-marian-price-ancora-arrestata-dalla-polizia/

Ed e' per questa gente che bisognerebbe continuare quella lotta cominciata tanti anni fa...